Guido Leoni

Guido Leoni Nato a Castellucchio il 4 luglio 1915 muore tragicamente sul circuito di Ferrara il 6 maggio 1951 in sella a una Mondial 125. Sposato con una compaesana, ha un figlio. Appassionato di meccanica apre un’officina per la vendita e riparazione di motociclette. Si distingue sia per le sue qualità di tecnico sia come pilota, tanto da diventare il più quotato della nostra provincia ed uno dei migliori in campo nazionale. Tra le sue imprese c’è quella del circuito di Monza e di Caracalla (Roma) nel 1947; la Milano-Taranto nel 1950 su moto Guzzi 500 monocilindrica, corsa che vide al nastro di partenza 121 piloti dei quali solo 46 giunsero al traguardo; la prima prova del campionato mondiale del 1951 sul circuito di di Montjuic a Barcellona. Corse con diverse motociclette: “Sertum”,”Galera”, “Mondial”, “MV Augusta”. La “Guzzi 500”, con il numero 26, è la moto che Guido Leoni predilige e con questa compie il maggior numero di gare. Già da alcuni anni l’amministrazione comunale svolge una manifestazione in sua memoria con un giro turistico sulle strade comunali, con una successiva rievocazione del circuito cittadino di Castellucchio che proprio Guido Leoni organizzava alla fine degli anno 40. In occasione di una di queste manifestazioni il Circolo Filatelico Numismatico Mantovano ha realizzato una mostra filatelico-divulgativa a Castellucchio per ricordare il locale campione di motociclismo Guido Leoni. Ottimamente pubblicizzata dalla locale Amministrazione Comunale, la manifestazione ha visto la partecipazione di un pubblico numeroso, in particolare di giovani, forse attratti dalla novità, per il loro paese, di questa mostra piuttosto originale. Per l’occasione è stato attivato un ufficio postale dotato di annullo speciale che gli intervenuti hanno potuto apporre sulla cartolina ricordo che riproduce una copertina de “Lo Sport Illustrato” del 1950. Guido Leoni ha vinto, a 102 km. all’ora di media la più spettacolare delle corse motociclistiche, la Milano – Taranto.  Dal nord al sud, su tutte le strade acclamazioni ed entusiasmo di folla per l’arditissimo campione. Nella copertina riprodotta sulla cartolina si vede il campione durante il rifornimento a Firenze. 

Guido Leoni al centro in attesa della partenza. Dietro Longhini e Corradi
Guido Leoni con Franco Corradi
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Pro loco Castellucchio Piazza A. Pasotti n° 46 46014 Webmaster: Franco Zaffanella