Pietro Sissa

 

Pietro Sissa nasce nel 1915 a Castellucchio (MN) dove trascorre l'infanzia e la prima giovinezza. Il trasferimento del padre per motivi professionali in provincia di Parma, porterà l'autore ad iscriversi all'università della città e a laurearsi in Giurisprudenza. Sergente degli alpini durante la seconda guerra mondiale viene deportato in Germania dopo l'8 settembre 1943 e internato in un campo di concentramento nazista. Rientrato in Italia dopo due anni di prigionia si stabilisce, al termine del conflitto, a Milano dove inizia a lavorare presso la Banca Commerciale Italiana con Raffaele Mattioli e Sergio Solmi. Sono questi gli anni in cui scrive i primi racconti esordendo con la partecipazione al premio letterario presieduto da Elio Vittorini “Centomilalire per un racconto” indetto nel primo dopoguerra dal quotidiano Milano - Sera.

Nel 1951, con il suo primo romanzo La banda di Döhren, Einaudi inaugura la prestigiosa collana I gettoni, ideata e diretta da Elio Vittorini. Il libro, in cui Sissa ripercorre l'esperienza della guerra e della prigionia nella Germania nazista vince, nello stesso anno di pubblicazione, il Premio Viareggio Opera Prima e nel 1965 Einaudi pubblica una versione ridotta per ragazzi illustrata da Marc Chagall. La versione integrale viene tradotta in tedesco e stampata dalla casa editrice George Westermann Verlag.

In seguito a questo importante esordio inizia per Pietro Sissa un periodo di successi e di riconoscimenti ufficiali che vanno a premiare sia i romanzi che i libri per l'infanzia ai quali l'autore si dedica sempre più assiduamente. Nel 1956 Storia di una scimmia, pubblicato nel 1955 dall'editore Cino Del Duca e in una seconda edizione del 1972 da Einaudi con illustrazioni di Cristina Lastrengo e Francesco Testa, vince il Premio Marzotto Letteratura per l'Infanzia mentre con La grande paura,romanzo nel quale l'attenzione si sofferma sul mondo contadino emiliano e lombardo, l'autore ottiene il Premio Cino Del Duca. Nel 1958 esce il racconto per ragazzi Pelandrone e la fattoria con illustrazioni di Jacovitti ristampato nel 1977 dalla BUR Rizzoli.

Sono questi gli anni in cui conosce la sua futura mogllie Giovanna Bertolini, che sposerà nel 1966 e con la quale avrà due figli.

Terminata nel 1973 l'attività di bancario, Sissa si dedica unicamente alla scrittura collaborando con quotidiani, periodici e riviste letterarie tra le quali il Racconto diretto daGiovanni Arpino.

Con Einaudi pubblica nel 1976 il racconto per ragazzi Mostarda e profumo alla fiera di Gonzaga per il quale riceve il “Trofeo Palma D'argento” al Salone Internazionale dell'Umorismo di Bordighera e con la casa editrice Rusconi, nella collana Gli Umorlibri, esce nel 1978 il romanzo Viaggio con la signora.

Nel 1981 Stampatori pubblica il nuovo racconto per l'infanzia L'asino cantante ristampato nel 1994 da Edizioni EL con illustrazioni di Franco Matticchio e nello stesso anno esceSapore di mele. Il romanzo, considerato la sua opera più matura, racconta l'odissea dell'autore e dei suoi compagni dal campo polacco di Wandern fino all'ultimo lager nella Berlino fiaccata dai bombardamenti in cui tutta la sua compagnia respinse con ritrovata fierezza l'ennesimo invito a collaborare. Si è detto che quei prigionieri, la cui storia è tuttora pressoché sconosciuta, furono tra i primi resistenti antifascisti perché il loro rifiuto ad aderire al nazifascismo cominciò all'indomani dell'armistizio, come riportato dalla quarta di copertina nell'edizione Vangelista del romanzo "Sapore di Mele".

Nel 1982 dall'Istituto Geografico De Agostini stampa Questo nostro paradiso, dodici racconti a tema ecologico che vengono proposti in una edizione scolastica.

L'ultimo libro di Sissa Quando un gatto diventa re, illustrato da Adelchi Galloni e pubblicato nel 1988 da Mondadori Editore riceve nel 1989, a pochi giorni dalla morte dell'autore, il premio Andersen. Unanimemente annoverato tra i migliori autori per l'infanzia, nel 1989 il celebre scrittore tedesco Erich Kastner inserisce Pietro Sissa nell'antologia dei più famosi umoristi del mondo.

Due pubblicazioni di Pietro Sissa

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Pro loco Castellucchio Piazza A. Pasotti n° 46 46014 Webmaster: Franco Zaffanella